Ok, ragazzi e ragazze!

Vi è piaciuto lo scorso articolo dedicato al nostro principe dei saiyan preferito, cioè Vegeta?

Nel mondo di Dragon Ball GT è un pò diverso, è vero, però non sta nemmeno tanto male. Pensate che all’inizio della serie aveva persino i baffi. Ve lo immaginate il principe con i baffi! Io l’ho visto ed è troppo buffo! 🙂

Però, non abbiamo solamente visto Vegeta nel mondo GT, ma abbiamo fatto anche un piccola dilungazione su una sua “trasformazione”, durante la saga Z e contro il nemico Majin Buu.

Visto che ne abbiamo parlato, direi di cominciare subito con il video dedicato a Majin Vegeta, quando è stato influenzato dalla mente di Babidy, un mano cattivo, dalla parte di Majin Buu.

Vediamo come è stato realizzato.

Credo che questo sia stato il primo disegno che ho realizzato della saga di Dragon Ball. Anche se mi confondo con il disegno dedicato a Goku in versione super saiyan, però sono sicura che è stato il primo video di questo mondo.

Avendolo fatto e realizzato un pò di tempo fa, il foglio nel quale ritraggo il nostro Vegeta si muove molto. Lo dico perchè, se voi notate, negli ultimi video che vi ho postato, e che farò tra qualche secondo, il foglio è un pò più fermo rispetto ai primi video.
Di questo particolare devo ringraziare colei che mi ha dato questo consiglio. Disegnando non mi accorgo di quanto muovo o meno il foglio e, c’è anche da pensare, che nei video che posto su YouTube, la velocità è molto più elevata rispetto a quando li realizzo.

Dopo questa dilungazione, passiamo agli altri due video dei disegni di Vegeta.
Provate a fare il confronto tra i due.

Partiamo con quello ritraente Vegeta nel suo stato normale.

Notato qualche differenza. Scommetto di si, anche perchè io ho visto tutti i difetti che non potete nemmeno immaginare. 😀

Ora, passiamo alla versione Super Saiyan.

Dopo aver visto ben tre video, quale preferite?

Ricordate che sono sempre aperta ad ogni consiglio. Come ho scritto, ho ascoltato il consiglio datomi dalla mia amica e lo messo in pratica nel primo video e disegno che ho realizzato.
Anzi, apprezzerei qualche consiglio. Ma non vi costringo. 🙂

A questo punto, vi saluto e, mi raccomando, fate qualche giretto da queste parti. Magari uno dei prossimi articoli vi colpirà ed interesserà particolarmente.

Chi lo sa?

Alla prossima!

Canale YouTube: clicca qui