Ciao a tutti e ben ritrovati.

Abbiamo cominciato a parlare del mondo di Dragon Ball GT, qualche giorno fa.

Abbiamo iniziato con il personaggio principale, cioè Goku.
In questo nuovo articolo continueremo con lui, il principe dei saiyan: Vegeta!

Oramai lo conosciamo tutti e vi ho parlato di lui un bel pò di volte ed in più di un’occasione.

Diciamo che come importanza è al secondo posto nel mondo di Dragon Ball, anche se in GT compare meno spesso, rispetto al Z. La storia è più che altro concentrata su Goku, sua nipote Pan e Trunks, il figlio di Vegeta.

Detto questo, prima di mostrarvi come si è trasformato Vegeta nel mondo GT, vorrei mostrarvi un vecchio disegno, forse uno dei primi da me realizzati. Non l’ho pubblicato prima perchè volevo trovare il momento adatto per mostrarvelo, ma visto che ora siamo passati al GT, direi che è arrivato il momento di farvelo vedere.

Ecco a voi Majin Vegeta!

Majin Vegeta

Majin Vegeta

Ok, trovate nulla di strano in questo Vegeta?
Mi sembra ovvio che il profilo degli occhi sia più marcato e che sulla fronte vi è un simbolo strano. Leggendo come si chiama, si può capire che quel simbolo raffigura una “m”.
Più precisamente “m” di Majin Buu.
Non ne abbiamo parlato molto di questo personaggio, che è un antagonista. Majin Buu si può definire uno dei nemici più crudeli rispetto a tutti quelli che i nostri eroi hanno affrontato. Ha dei modi strani e anche lui ha diverse trasformazioni e, chissà, magari un giorno deciderò di realizzare dei disegni riguardanti il nostro Majin Buu. Per ora, accontentiamoci di questo “cattivo” Vegeta.

In questo disegno, Vegeta è stato condizionato da Babidy, il “padrone”, per modo di dire, di Majin Buu. Venendo condizionato da questo personaggio, acconsentendo ad esso, Vegeta viene dotato di una potenza maggiore di quella che già possiede e, diciamo, viene dotato anche di una cattiveria molto elevata.

Vegeta sceglie di essere condizionato e non lo ostacolo perchè, rendendosi conto di esser diventato più umano, più che saiyan, vuole ritornare ad essere il potente, glorioso e spietato principe dei saiyan.

Detto questo, ritorniamo a parlare di Dragon Ball GT.

Considerando che Vegeta in Dragon Ball Gt ha all’incirca cinquant’anni. I capelli, rispetto allo Z, sono più corti e ha cambiato completamente il proprio abbigliamento. A posto della sua classica tuta da combattimento, veste una canotta di un rosso scuro, con un gilè blu e pantaloni sempre blu. Oltre che agli stivali azzurro scuro, con qualche presenza di giallo, e i guanti dello stesso colore.

Detto questo, ecco che vi mostro il primo disegno, raffigurante il nostro caro Vegeta, normale, durante un combattimento.

 “VegetaVegeta GT

Ecco il nostro Vegeta del mondo Dragon Ball GT.

Come potete vedere è nel bel mezzo di un combattimento, possiamo vederne già delle ferite sul volto.

Qui vediamo molto poco che Vegeta ha i capelli corti, rispetto a come lo conoscevamo prima, ma possiamo vedere invece il cambio di abbigliamento che ha fatto. Il gilè, che dovrebbe essere blu, in questo caso è più scuro, tendente al grigio, ma la canotta al di sotto, che la vediamo nella parte bassa del disegno, rossa.

Nel disegno, che fra pochi secondi vi mostrerò, vedremo più chiaramente la canotta rossa scura.

Vegeta GT Super SaiyanVegeta Super Saiyan

Ecco il nostro principe in versione super saiyan, che non poteva di certo mancare.
No?

Riuscite ad immaginare, da questo disegno, i capelli corti di Vegeta. Io si, non solo perchè so come è fatto il disegno originale, ma perchè i capelli cominciano ad essere appuntiti in una zona molto vicina alla tempia.

Anche in questo caso, lo vediamo preso da un combattimento, che, purtroppo, non ricordo contro chi sia. Altrimenti, perchè si sarebbe dovuto trasformare in super saiyan e lanciare un qualche colpo con la mano destra, rivolta con il palmo verso l’altro? La vedete, vero, la mano? Qui se ne vede solamente un dito,cioè il pollice, ma è facile immaginare l’intera mano che fuoriesce quasi dal disegno.

Ok, direi che in questo articolo ho parlato più che a sufficienza. Non trovate?

Direi di salutare il nostro Vegeta e di rivederlo nel prossimo articolo, nel quale saranno presenti i due video, che riportano i momenti in cui lo stavo realizzando.

Non mancate!
Alla prossima!