Ciao a tutti!

È giunto il momento di lasciargli alle spalle il mondo di Dragon Ball Z ed entrare in quello di Dragon Ball GT.

Perchè faccio questa distinzione tra i due, per il fatto che, nonostante facciano parte dell’universo Dragon Ball, si distinguono come popolarità e come storia.

La storia di questa serie si svolge cinque anni dopo gli avvenimenti di Dragon Ball Z.

La storia comincia con il ritorno di Goku da un allenamento molto lungo con un suo seguace, di nome Ub. Noi non abbiamo parlato, ma questo è l’inizio dell’avventura.
Continua con il fatto che Goku ritorna bambino, a causa di un desiderio mal formulato di un suo nemico, che lo vuole indifeso, espresso al drago Shenron, colui che esce dalle sfere del drago (dal quale proviene il nome della serie giapponese).

Goku, allora, insieme alla nipote Pan, la figlia di Gohan, e Trunks, il figlio di Vegeta, partono per una nuova avventura alla ricerca delle sfere del drago.

La sigla GT sta per “Grand Touring”, che sta a sottolineare il viaggio dei nostri tre eroi per l’intero universo alla ricerca delle sfere del drago, salvandolo nel frattempo.

Questa è una breve premessa per farvi capirei il motivo di certi disegni che nei prossimi articoli vi presenterò.

Detto questo, non mi dilungo troppo a lungo su questo argomento, ma passiamo direttamente ai primi disegni del mondo di Dragon Ball GT.

Direi che è il caso di cominciare con il nostro eroe, in questa serie piccolo, visto che è stato riportato allo stato di bambino.

Cominciamo.

Goku GTGoku

Eccolo il nostro eroe, concentrato e pronto alla battaglia, contento di potersi confrontare con nuovi avversari. Lo possiamo notare dal sorriso che ha sulle labbra mentre osserva il proprio avversario.

Come potete vedere, è tornato un bambino.

Come vedete, oltre all’esser ritornato bambino, la sua tuta da arancione e blu viene sostituita da una azzurra, bianca, gialla e rosa. Rispettivamente la casacca azzurra, i pantaloni gialli, la cintura bianca e i polsini rosa.

Secondo le ricerche che ho fatto prima di scrivere l’articolo, questo cambiamento è stato fatto perchè questa tuta sarebbe stata più leggera di quella precedentemente indossata.

Ritornare bambino, dopo che si è diventati adulti, non deve essere molto bello, ma, coloro che continuarono la serie ed il manga, decisero così perchè in questo modo Goku avrebbe potuto continuare la sua crescita, ma con dei punti a suo sfavore. Molte tecniche da lui acquisite nel corso degli anni sono scomparse, con questa trasformazione, come per esempio il teletrasporto.

Ma questo, di certo, non ha fermato il nostro eroe.

Goku GT Super SaiyanGoku Super Saiyan

Anche se tornato bambino, il nostro Goku non perde la capacità di trasformarsi in Super Saiyan.

Come da adulto, è un gran bel bimbo dai capelli dorati, questo Goku.

Non si può certo dire che sia brutto, anzi, forse è anche più carino e tenero trasformato in super saiyan da bambino.

Ma, le sue trasformazioni non sono finite qua. Anzi…

Goku GT Super SaiyanGoku Super Saiyan di terzo livello

Come da adulto, anche da bambino arriva allo stadio del Super Saiyan di terzo livello.

C’è da dire che, nonostante quando era adulto i capelli erano belli lunghi, qui c’è da notare che Goku abbia più capelli che corpo.

Sembra un ammasso di capelli dorati.

Una caratteristica, che solo guardando questo disegno mi è venuta in mente, è che quando Goku ritorna bambino gli compare la coda dei saiyan.

Anche da bambino ce l’aveva, ma poi era riuscito a disfarsene, essendo un punto debole per tutti i saiyan. Questi ultimi sono particolarmente sensibili nella parte della coda ed i nemici se ne approfittavano schiacciandola e facendo provare ai saiyan un dolore immenso.

Da bambino, Goku riceve di nuovo la coda. Il motivo, sinceramente, non lo conosco, ma so che servirà nella storia, ma non voglio svelarvi il motivo. Voglio arrivarci con cautela.

Con questi tre disegni e queste brevi spiegazioni, direi di concludere questo articolo.

Ci vediamo al prossimo, nel quale, vedremo i video di quando realizzo questi tre disegni.

Alla prossima!